RISPARMIATORI RAGGIRATI, GOVERNO SI DIMETTA

RISPARMIATORI RAGGIRATI, GOVERNO SI DIMETTA

Roma, 12 dic. (AdnKronos) – Nessuna elemosina, i risparmiatori
 raggirati devono essere integralmente risarciti, i vertici delle
 quattro banche azzerati e assicurati alla giustizia per truffa
 manifesta. I cento milioni di euro messi a disposizione sono un 
insulto alla giustizia e alla risoluzione dei problemi.

E’ quanto 
dichiara il segretario nazionale di Italia moderata, Antonio Sabella.

La complicità del governo in queste ultime ore si fa sempre più
 esplicita, questi ultimi provvedimenti improvvisati, sono una 
ulteriore prova di inettitudine che rasentano la cialtroneria. Se non
 sapete gestire un Paese e vi nascondete dietro le regole europee che
 vengono imposte all’Italia, da voi supinamente accettate, affermate di
non essere statisti.

Fate una cosa giusta dimettetevi, conclude
 Antonio Sabella.

(Pol/AdnKronos)
12-DIC-15 16:00

BANCHE: VERA COMMISSIONE INCHIESTA CON PIENI POTERI

BANCHE: VERA COMMISSIONE INCHIESTA CON PIENI POTERI

Roma, 11 dic. (AdnKronos) –  Antonio Sabella, Istituzioni di controllo hanno tradito il loro compito  “Italia Moderata chiede una commissione
 d’inchiesta con pieni poteri perseguendo per truffa i dirigenti delle
quattro banche e la Banca d’Italia che non ha onorato il suo dovere di
vigilare tempestivamente, la Consob per l’estrema disinvoltura nel non
controllare la massa di obbligazioni e azioni subordinate di tale
istituti. Con istituzioni di questo genere che hanno tradito il loro
compito, di sorveglianza, rasentano la complicità con tali banche, i
risparmiatori di fatto si sono trovati alla mercé di truffatori senza
scrupoli”. E’ quanto ha dichiarato Antonio Sabella, segretario
 nazionale di Italia Moderata.

“Brunetta deve diffidare di Renzi quando propone una commissione
d’inchiesta perché quest’ultimo, disponibilissimo da furbetto qual è,
sa che alla fine tale indagine va a finire nelle sabbie mobili, se non
si stabiliscono i criteri e i punti fermi relativi”, sottolinea.

“Le quattro banche stanno nelle regioni rosse, a prima vista traspare
la complicità governativa, ma se non è così come dichiarano, il
 Governo in primis si deve impegnare attraverso la sua maggioranza che
la commissione deve avere pieni poteri veri di indagine, tempestiva e
risolutiva, con l’obiettivo di far luce, nel garantire e risarcire i
risparmiatori di Banca Marche, Banca Etruria e del Lazio, CariChieti e 
Cassa Ferrara”, conclude Antonio Sabella.

(Pol/AdnKronos)
11-DIC-15 13:09